https://mediaterraneonews.it

parete vetrata divisoria

Dividere gli ambienti con le pareti divisorie

Le pareti divisorie per organizzare al meglio la casa

Le pareti divisorie sono la soluzione ideale per tutti quegli ambienti che si presentano particolarmente ampi e che se divisi a dovere possono essere utilizzati con molteplici funzionalità. Allo stesso modo, però, anche quando si ha a che fare con ambienti piccoli, una sottile parete divisoria può rivelarsi un ottimo aiuto per riuscire a creare più ambienti anche da una sola stanza e realizzare angoli di casa molto particolari. Le pareti divisorie mobili possono essere realizzate in legno, vetro o metallo. Molto spesso esse hanno un’anima di alluminio o anche di acciaio e un rivestimento in aggregato ligneo. La loro caratteristica principale è la leggerezza.

Tanti modelli per soddisfare le specifiche esigenze

Esistono diversi modelli di pareti divisorie, che si differenziano non solo per i materiali con i quali sono realizzate, ma anche per la struttura, che può essere fissa o mobile. Le pareti divisorie possono inoltre essere scorrevoli e sparire letteralmente all’interno della parete. Ma vediamo dunque quali caratteristiche hanno i diversi modelli, sottolineando che in alcuni casi le porte scorrevoli vengono concepite come veri e propri elementi di design e questo significa che la loro estetica accattivante non fa altro che andare ad arricchire l’arredamento degli ambienti.

Le pareti divisorie mobili

Tra le tante tipologie di pareti divisori esistenti in commercio, quelle mobili sono tra le più interessanti, perché si tratta di pareti che hanno una doppia funzionalità, non solo quella di suddividere in due parti l’ambiente, ma anche il poter essere utilizzate come complemento di arredo. Un esempio emblematico di questo tipo di pareti divisorie sono quelle che possono essere utilizzate come librerie, grazie alle mensole incorporate.

Le pareti scorrevoli

Le pareti divisorie scorrevoli sono la soluzione ottimale per chi non ha molto spazio a disposizione e non può occupare una superficie eccessivamente ampia con una parete divisoria che si apra in avanti. Per questo si adotta la soluzione della parete scorrevole, che quando viene aperta va letteralmente a scomparire all’interno dei muri laterali. Il vantaggio sta nel poter modificare di volta in volta l’aspetto dell’ambiente, a seconda dell’esigenza specifica del momento e dello spazio di cui si ha bisogno. Come tutte le pareti divisorie, anche quelle scorrevoli sono da preferire alle divisioni permanenti in muratura, per il semplice fatto che le prime possono essere rimosse o modificate in qualsiasi momento.

Le porte divisorie in vetro, un complemento d’arredo di classe

parete vetrata divisoriaSe le porte divisorie in legno sono senz’altro le più diffuse, ultimamente anche le porte in vetro si stanno facendo notare, se non altro per la loro eleganza. La parete divisoria in vetro permette di realizzare interessanti giochi di luce e di trasparenze che rendono l’ambiente davvero particolare. Il vetro inoltre può essere decorato con diversi motivi e con i colori più disparati, in modo tale da andare a creare un tutt’uno con l’ambiente e il suo arredamento.